Derattizzazione Chimica

tecnico della disinfestazione

Emergenza Topi in Casa?

La derattizzazione chimica consente i eliminare il problema dei topi: consiste in esche di varia formulazione e sfrutta la naturale tendenza dei roditori a rosicchiare tutto quello che trovano nell’ambiente.
Quando vedi un topolino aggirarsi nella tua cucina o in cantina, potresti essere portato a non considerarla una minaccia.
Il singolo topo nella tua casa però, devi sapere che non è mai solo. Infatti è probabile che tra le tua mura tu abbia un’intera famiglia di questi roditori senza che te ne accorga.
E se la colonia non si è ancora insediata, puoi scommettere che lo farà presto.
Potresti trovarti difronte a quello che viene chiamato topo “esploratore“, che la colonia manda in avanscoperta per cercare luoghi idonei per nidificare. Se in casa tua si sta bene e ci sono molte fonti di approvvigionamento, il giovane topo richiamerà gli altri componenti della famiglia.

I topi diventano sessualmente maturi a sole sei settimane di vita. Le cucciolate di solito sono composte da otto individui e le femmine possono riprodursi fino a otto volte all’anno.
Se lasciati indisturbati avrai in casa un’enorme popolazione in poco tempo, pronta a distruggerti casa, azzerare le tue provviste e mettere in pericolo la tua salute, quella dei tuoi familiari e dei tuoi animali domestici.
Anche il piccolo topo domestico infatti è portatore di malattie gravi, come la salmonella, la febbre del ratto e la sindrome polmonare da Hantavirus.
I topolini solitamente sono troppo timidi per mordere o graffiare, ma trasmettono i patogeni tramite il loro pelo e gli escrementi.
In più questi ultimi possono causare allergie. Spesso i topi portano con loro le pulci, e questo è causa di ulteriori infestazioni parassitarie.

Quali Sono i Migliori Veleni per Topi?

I più comuni agenti chimici usati nelle derattizzazioni sono i cosiddetti rodenticidi. Si tratta di prodotti disponibili in una vasta gamma di varietà ma i più comuni sono gli anticoagulanti.
Questi composti causano un’emorragia interna, ponendo fine alla vita del topo in pochi giorni.

veleno per topi vitamina k1 - Derattizzazione Chimica

Se scegli questa strada per uccidere i topi, tuttavia, conserva una scorta di vitamina K1: è un antidoto agli anticoagulanti che puoi somministrare a cani e gatti inavvertitamente dovessero ingerire il veleno.
Questo è molto difficile che accada se ti rivolgi ad un esperto delle disinfestazioni.
Questi infatti avrà cura di porre la pastiglia velenosa, già incellofanata, in un’apposito contenitore di sicurezza.
L’apertura sul contenitore consente l’accesso al topo ma non il contatto del veleno da parte di animali domestici e bambini.
Altri prodotti chimici per l’eliminazione dei topi infestanti includono le esche al fosfuro di metallo.
Quando il fosfuro di zinco reagisce con l’acido nello stomaco di un roditore, si forma una fosfina altamente tossica.

La vitamina D è un altro agente letale per il topo. Quest’ormone, vitale per l’uomo, fa in modo che i topi assorbano troppo calcio dai loro alimenti, che scioglie il minerale dalle loro ossa.
L’ipercalcemia risultante, segnalata da eccessivi livelli di calcio nel sangue, danneggia il cuore, i reni e altri organi.

L’aspetto positivo di queste sostanze è che portano il più delle volte l’animale a morire fuori dall’abitazione. Infatti, agendo sui vari organi, anche il sistema respiratorio inizierà ad avere problemi, a quel punto il topo sarà portato a cercare l’aria all’esterno.
In ogni caso, l’effetto finale dell’azione dei rodenticidi è la disidratazione completa. Questo facilita l’eliminazione della carcassa che non sarà causa di cattivi odori.
Come i veleni e i pesticidi, anche i rodenticidi devono essere approvati dall’EPA (Agenzia di Protezione Ambientale) e il loro utilizzo e vendita sono regolamentati. In altre parole non è possibile fare cocktail personalizzati. 

Contattaci per un Intervento di Derattizzazione Chimica Professionale!

Come Combattere i Topi?

A volte la lotta può essere frustrante. I topi sono inafferrabili, si nutrono di notte e spariscono di giorno lasciando solo i segni del loro passaggio, ma non le loro tracce e una direzione che indichi il luogo di nidificazione o quello d’ingresso. Eppure, un metodo per individuarne le tracce c’è.
È la luce UV: l’ultravioletto è un ottimo sistema per intercettare l’urina incandescente del topo, utile per un’accurata pulizia e per posizionare le trappole.
I nidi possono essere individuati anche con l’uso di una polvere fluorescente che si attacca alle zampe dei topi e ne traccia il percorso tramite le impronte. 

Come Rendere la Casa Inospitale per i Roditori?

Questa polvere può essere cosparsa su avanzi di cibo, oppure su piccoli batuffoli di cotone, che i topi utilizzano come materiali di nidificazione.
Seguire le tracce dei roditori rende più facile l’eliminazione del nido.
I topi in casa sono da sempre stati un problema, quindi non sorprende che ci siano molte opinioni diverse su come sbarazzarsi di questi roditori e una varietà di metodi sul mercato. Ricorda però che l’approccio migliore è il più semplice: rendi la tua casa inospitale ai topi.
Elimina le risorse che possono alimentarli, conservando i cibi in contenitori sicuri, e soprattutto previeni le intrusioni. 

Esegui una verifica sulla tua abitazione, controllando qualsiasi apertura, per esempio attorno a tubazioni e linee elettriche, che possa essere utilizzata dai topi e provvedi a sigillarla con schiume spray.
Meno opportunità offri ai topi di entrare in casa, mano avrai bisogno di repellenti , trappole e veleni.

I metodi per eliminare i roditori sono vari, informati anche sulla derattizzazione ecologica e meccanica.

Derattizzazione

derattizzatore

Emergenza Topi

La derattizzazione per ratti e topi consente di eliminare questi pericolosi roditori in modo definitivo, evitando le “trappole” del fai da te, che spesso si rivelano inappropriate.

Alcune specie di roditori sono molto diffuse sul territorio italiano, spesso difficili da allontanare e persino da monitorare.
Oltre a riprodursi rapidamente, tendono a nascondersi in luoghi poco accessibili, al riparo dallo sguardo umano, uscendo allo scoperto soprattutto di notte.

Sono animali potenzialmente pericolosi sia per le abitazioni private che per le aziende, possono infatti causare danni notevoli dal punto di vista economico contaminando derrate alimentari o rosicchiando cavi e altri oggetti, e dal punto di vista sanitario, visto che trasmettono malattie come rabbia e salmonella.

Cos'è la derattizzazione?

La derattizzazione è un tipo di disinfestazione murina che si pone l’obiettivo di eliminare definitivamente ratti e topi da una certa zona. Viene effettuata in diverse modalità e con diversi strumenti, dalle sostanze tossiche gassose alle trappole fino alle esche avvelenate, a seconda dei casi. Solo team qualificati come il nostro sono in grado di praticare derattizzazioni professionali, valutando prima dell’intervento tutta una serie di parametri.

Affinché la derattizzazione porti risultati duraturi, anche a fini preventivi, è infatti importante monitorare l’area infestata individuando le specie di roditori presenti. Ognuna di esse può richiedere interventi ed esche diverse.
Senza contare che attraverso la derattizzazione professionale non si rischia di avvelenare gli animali domestici a causa di inesperienza.

Tecniche di Derattizzazione

Come si esegue la derattizzazione?

Innanzitutto l’area infestata viene monitorata dai nostri professionisti per individuare le tracce dei roditori, solitamente escrementi e/o morsi a cavi elettrici, pareti, oggetti vari. In questo modo si scoprono i punti di annidamento prevedendo gli spostamenti dei roditori.
Si passa quindi alla stesura di apposite planimetrie per studiarne i movimenti e si stabilisce un piano strategico di intervento, nel pieno rispetto delle norme vigenti. Anche la prevenzione viene tenuta in considerazione onde evitare che il problema si ripresenti. 

Derattizzazione: quando farla e perché?

Che si tratti di abitazioni private o di aziende, le infestazioni da topi e ratti sono sempre pericolose. Questi roditori, che tendono a riprodursi rapidamente, possono infatti trasmettere pericolose malattie contaminando con urine ed escrementi le derrate alimentari con cui entrano in contatto, spesso a insaputa dell’uomo.
Tra le più pericolose si ricorda la leptospirosi, che causa febbre, vomito e diarrea, ma anche rabbia e salmonella. Senza contare che rosicchiando cavi elettrici e altri materiali, i roditori possono provocare fughe di gas, esplosioni, corto circuiti in casa come in azienda. Prima si interviene meglio è!